Come fare un preventivo in edilizia

Come fare un preventivo in edilizia

Se hai un’impresa edile o lavori nel settore con la tua ditta di impianti, di sistemi di sicurezza, di infissi, di tinteggiature e così via, allora sai quanto è importante saper fare un buon preventivo in edilizia. Una proposta commerciale ben fatta aumenterà le possibilità di chiudere la trattativa e ti consentirà di moltiplicare le vendite.

Fare un preventivo in edilizia: da dove partire?

Premettiamo una cosa importante: il tuo preventivo non è un documento qualsiasi, bensì rappresenta il tuo biglietto da visita per il potenziale cliente con cui ti trovi a contrattare. Fare un preventivo corretto e completo ti consente di avviare un rapporto venditore-cliente basato sulla fiducia.

Se per motivi non dipendenti da te il preventivo alla fine non verrà accettato, avrai comunque fatto una buona impressione sul cliente, che potrebbe chiedertene subito un’altro o tornare da te in futuro. Se invece il preventivo fosse scritto frettolosamente e senza attenzione, il cliente dubiterebbe fin da subito della tua serietà.

Come fare un buon preventivo in edilizia

Quando devi dare una risposta per un preventivo in edilizia, come quello per una ristrutturazione o per la costruzione dell’impianto idraulico, accertati di inserire tutti i dati fondamentali:

  • Numero del preventivo
  • Data di realizzazione
  • Dati del cliente e del venditore
  • Logo dell’impresa
  • Scadenza del preventivo
  • La descrizione dei lavori con tutti i dettagli
  • Gli eventuali servizi accessori inclusi
  • Le tempistiche pattuite
  • Le certificazioni possedute dalla tua impresa
  • Eventuali sconti
  • Prezzo finale e modalità di pagamento

Vediamo di seguito il dettaglio delle voci in elenco.

Dati di intestazione

La prima cosa che il cliente noterà del tuo preventivo è l’intestazione, ovvero la parte superiore del documento. Dovrà contenere tutti i dati identificativi della procedura, ovvero:

  • Il numero del preventivo: è importante soprattutto per te in modo che tu possa identificare subito il riferimento dell’ordine che ti è stato fatto. Solitamente in edilizia si usa un numero progressivo annuale.
  • Data di realizzazione: corrisponde alla data in cui spedisci materialmente il preventivo al cliente. È importante soprattutto nel caso in cui in quel dato momento tu stia facendo un’offerta a tempo limitato e ci sia una scadenza da rispettare. Accertati di metterla bene in evidenza ed eventualmente di accompagnarla ad una data di fine validità.
  • Dati dei contraenti: Ovvero i dati della tua azienda e quelli del cliente. Per quanto riguarda i tuoi dati, metti il nome dell’impresa, l’indirizzo, i contatti telefonici, e-mail e fax, il Codice Fiscale e la Partita IVA. Per quanto riguarda il cliente, se è un privato bastano nome, cognome indirizzo e recapito telefonico, se è un’azienda serviranno gli stessi dati che hai messo anche tu.
  • Logo dell’azienda: nell’intestazione dovrebbe essere sempre presente per rendere subito riconoscibile il preventivo.

Poiché alcuni di questi elementi (il logo e i tuoi dati) rimarranno sempre fissi, puoi creare con essi un modello grafico che poi compilerai in tutte le altre parti di volta in volta.

Scadenza del preventivo edile

Come abbiamo già accennato, inserire la data di scadenza è molto importante. Un preventivo edile è un’offerta commerciale che deve avere un limite temporale per tutelare sia te che il cliente. Ovviamente, è a tua totale discrezione decidere la durata della validità e la possibilità di eventuali modifiche successive.

Scrivi sia la durata effettiva che la data di scadenza, ovvero sia “durata del preventivo 60 giorni” che “scadenza 6 ottobre 2019” per non creare fraintendimenti.

Fai attenzione a non dare una scadenza troppo ravvicinata: devi dare tempo al cliente di fare le sue valutazioni senza che senta pressioni da parte tua.

Descrizione dei lavori

Poiché i lavori edili solitamente sono di una certa entità, è molto importante che vengano descritti nel dettaglio, soprattutto perché il cliente non possa fare appunti e rimostranze a preventivo già chiuso.

Solitamente, in edilizia si possono calcolare i lavori con due diverse modalità:

  1. a corpo: ovvero stabilendo un prezzo fisso per tutto. Per questo motivo è fondamentale descrivere tutto nel dettaglio, in modo che il cliente sappia per cosa sta pagando; ad esempio: “4 infissi in acciaio e legno colore bianco con maniglia in acciaio: xxxx €
  2. a misura: i lavori edili a misura fanno riferimento al preciso computo metrico edile. Nel preventivo potrai dunque fare una descrizione più generica e “comprensibile” a chi non si intende di linguaggio edile per poi rimandare il dettaglio al capitolato in cui verranno esplicitate tutte le voci con rispettivi unità di misura, quantità, prezzo unitario e prezzo totale. La descrizione dettagliata sarà più gradita al cliente che potrà sapere esattamente come sta spendendo i suoi soldi.

Cosa è incluso (eventuali servizi accessori)

Un buon preventivo in edilizia deve sempre dichiarare cosa include e cosa no, in modo chiaro. Purtroppo, è comune sentir parlare di costi accessori comparsi dal nulla nei lavori edili. Ai clienti non piacciono le brutte sorprese, perciò tutela soprattutto te stesso essendo il più trasparente possibile. Ricorda che un cliente insoddisfatto, oltre a essere una brutta pubblicità per te, è un rischio a livello legale.

Dichiara quali sono i servizi accessori e i loro costi, in modo che anche nel caso in cui il cliente li richieda in corso d’opera, ci sia una prova scritta di quanto pattuito. Se ad esempio il cliente chiede la stuccatura di una parete non prevista, sarà bene che sappia che il lavoro del muratore, secondo quanto stabilito, costerà 40 euro l’ora.

fare un preventivo in edilizia

Le tempistiche pattuite

Questa è una parte molto importante per i clienti e dunque non devi prenderla sottogamba, poiché è proprio nei casi in cui non vengono rispettati che nascono le querelle più gravi.

Dai un momento di inizio chiaro dei lavori e un tempo massimo entro cui se ne garantisce la conclusione. Per tutelarti, aggiungi qualche giorno in più di quelli che realmente ti servono: l’imprevisto è sempre dietro l’angolo.

Ricorda infatti che quando si svolgono dei lavori edili, dopo l’accettazione del preventivo si firma un contratto in cui le tempistiche pattuite devono essere dichiarate. Normalmente, sono incluse anche le penali per l’eventuale sforamento a dimostrazione della serietà dell’impresa verso il cliente. Sii oculato per evitare decurtazioni della paga.

Le certificazione possedute

Allegato al preventivo, fornisci i documenti che certificano la regolarità della tua impresa. Dimostra di avere un DURC aggiornato e fornisci gli estremi della tua polizza RCT. Dichiara che i lavori saranno svolti a norma di legge, rispettando i criteri di sicurezza in materia di salute.

Questi elementi aiuteranno ad aumentare la fiducia del cliente nei tuoi confronti.

Prezzo, eventuali sconti e modalità di pagamento

Alla fine del preventivo dovrà sempre essere scritto in modo chiaro ed evidente il prezzo complessivo dei lavori e tutti i vari dettagli, compresa l’IVA; specifica l’aliquota che applicherai.

Per quanto riguarda i pagamenti, sarà bene dichiarare fin da subito quali modalità accetti. Per la rateizzazione (che è probabile venga richiesta, vista la cifra ingente), non ci sono regole fisse. Puoi stabilirle direttamente con il cliente, basta che poi tu trascriva quanto concordato in modo che ne rimanga prova.

Per dare dimostrazione di grande professionalità, puoi includere le garanzie che dai al cliente sui tuoi lavori; questo è un dettaglio molto apprezzato che ti darà punti in più nel momento in cui il cliente deve fare la sua scelta.

Ovviamente il preventivo dovrà essere firmato da entrambe le parti perché ci sia prova della concorde accettazione delle condizioni.

Note finali per fare davvero bene un preventivo in edilizia

Un ultimo consiglio che vale molto per risultare credibili agli occhi del cliente è quello di rispondere velocemente alla richiesta di preventivo. Se farete aspettare il cliente, questo non solo vi considererà poco interessati a lui, ma avrà anche il tempo di consultare la concorrenza e magari accettare un preventivo più solerte.

Infine, accompagna il preventivo con una lettera di presentazione della tua azienda e un ringraziamento per averti preso in considerazione: questi sono due elementi molto graditi dai clienti.

Lo strumento per fare preventivi in edilizia

Adesso che hai scoperto come fare un perfetto preventivo in edilizia, forse ti farà piacere sapere che esiste uno strumento che ti permette di realizzare preventivi in 30 secondi in modo del tutto automatico. Sei curioso di saperne di più? Clicca sul banner qui sotto.

Scopri il Software per preventivi del gruppo MG Group Italia

Il nuovo mix di servizi che incrementa il tuo business

Confrontati con l’innovativo Team di Consulenza, nato dall’unione dell’Esperienza di MG Group Italia in Marketing e Comunicazione e dalla Competenza della sua Rete Commerciale, che ti propone il Marketing Mix perfetto per Far Crescere il Tuo Business e Aumentare il Fatturato della Tua Attività.
Scopri subito Come Trovare Nuovi Clienti in Poco Tempo >


Richiedi una Consulenza Gratuita.

Compila il form e un consulente dedicato ti contatterà nelle prossime ore.







Rimani aggiornato sul Mondo dell'Edilizia!

Iscriviti alla newsletter di CantieriEdili.net e ricevi ogni settimana News e Approfondimenti sul Settore Edile.

X

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di erogazione del servizio e per l'adempimento degli obblighi contrattuali e di legge. Informativa sulla privacy