Tetti giardino: sono belli, aiutano l’ambiente e fanno anche risparmiare!

Tetti giardino: sono belli, aiutano l’ambiente e fanno anche risparmiare!

L’utilizzo di aree verdi per riqualificare grandi centri urbani è divenuto negli ultimi anni un elemento edilizio di straordinaria importanza. Non solo per creare atmosfere serene e armoniose, ma anche per la possibilità di sfruttare immensi vantaggi energetici.

Tra le tecniche maggiormente conosciute ed utilizzate troviamo la realizzazione dei cosiddetti “cappotti verdi” o tetti giardino.

Come abbiamo appena accennato, l’utilizzo dei tetti giardino non ha solo una funzione estetica legata all’abbellimento dell’ambiente che ci circonda, ma è in grado di apportare veri e propri vantaggi energetici agli edifici che li impiegano.

E’proprio per la riduzione dei consumi che la Commissione europea incoraggia la diffusione in città di tetti e pareti verdi, giardini pensili, siepi e alberi (Direttiva UE n° 844/2018).

La legge di Bilancio del 2018 ha previsto per la prima volta in Italia il cosiddetto “bonus verde”, ossia una detrazione IRPEF delle spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze e recinzioni.

Cosa sono i tetti giardino

Un tetto verde o tetto giardino è un tetto parzialmente o completamente coperto di vegetazione.

Non si tratta di tetti ricoperti da vegetazione in vaso però, bensì di veri e propri strati di vegetazione che ricoprono la superficie del tetto.

Se possediamo un giardino pensile, ad esempio, con piante in vaso, non è possibile parlare di tetto giardino.

Il tetto verde è un vero e proprio giardino che entra a far parte della struttura dell’abitazione e, come tale, necessita di accorgimenti specifici, come ad esempio l’installazione di impianti di irrigazione professionali.

Da cosa è composto un tetto giardino

La realizzazione di un tetto giardino prevede la creazione di una struttura a strati, ognuno dei quali con una sua specifica funzione.

È necessario installare innanzitutto uno strato impermeabilizzante che comprende una membrana anti-radice grazie alla quale lo spazio che sorregge il giardino resta libera e funzionale.

Per proteggere questi primo strato viene spesso inserito sopra uno strato con specifiche caratteristiche protettive.

Al di sopra di questi due strati viene poi inserito uno strato drenante che serve a proteggere i primi due dall’azione dell’acqua, accumulandola in serbatoi che la rilasciano lentamente.

Per rendere l’azione dell’acqua piovana meno invasiva dopo lo strato drenante si applica uno strato filtrante che ha il compito di mantenere il precedente pulito e libero da radici.

Infine, si inserisce un substrato vegetativo composto da sostanze indispensabili per la buona salute delle radici e di conseguenza del buon drenaggio dell’acqua e la vegetazione che si desidera (erba o piccoli arbusti).

In realtà, il tipo di vegetazione che è possibile scegliere dipende dalla tipologia di tetto giardino che si intende creare:

  • estensivo
  • intensivo
  • semi-intensivo

Benefici dei tetti a giardino

Come abbiamo detto all’inizio, i tetti giardino non ha il solo scopo di rendere gli ambienti urbani più piacevoli e armoniosi.

Il principale motivo per il quale i tetti giardino vengono ampiamente utilizzati è quello di fornire enormi benefici dal punto di vista energetico.

In particolare, i tetti giardino sono in grado di:

ASSORBIRE CALORE

Le piante dei tetti giardino riescono ad assorbire il calore esterno al posto degli edifici; in questo modo non solo diminuiscono la temperatura esterna durante i mesi più caldi, ma permettono di diminuire l’utilizzo dei condizionatori all’interno delle abitazioni.

Infatti, il problema principale degli edifici e degli elementi in muratura delle grandi città è proprio quello di assorbire il calore proveniente dall’esterno e rigettarlo nuovamente fuori alzando la temperatura.

Grazie ai tetti giardino sarà quindi possibile mantenere la temperatura più bassa e contribuire anche alla diminuzione dello stress causato dall’eccessivo calore estivo.

DRENARE L’ACQUA

Il beneficio maggiore dei tetti giardino è però quello di riuscire a drenare lentamente l’acqua piovana grazie alle radici e ai numerosi strati impermeabili che lo compongono.

Così facendo l’acqua non si accumula tra gli strati ma viene gradualmente smaltita senza creare danni.

AUMENTARE LA DURATA DEL’EDIFICIO

I tetti giardino sono anche chiamati “cappotti verdi” perché, isolando l’edificio dagli effetti del sole e delle intemperie, permettono alla struttura di durare più a lungo nel tempo.

DIMINUIRE IL LIVELLO DI SMOG E AUMENTARE L’OSSIGENAZIONE

La vegetazione che costituisce i tetti giardino riesce a diminuire il livello di polveri sottili presenti nell’aria rendendo l’aria più pulita e aumentando l’ossigenazione.

Ci sono dei limiti nella creazione dei tetti giardino?

Si, nonostante i numerosi benefici energetici e non, sussistono alcuni limiti alla costruzione dei tetti giardino.

Il primo è legato alla struttura dell’edificio stesso; non è possibile infatti costruire un tetto giardino in qualsiasi palazzo, ma è indispensabile che un tecnico verifichi le strutture portanti e la solidità della copertura. Non si tratta di progetti semplici e necessitano di un attento studio preliminare.

Il secondo invece non è esattamente un limite, ma è certamente un fattore da tenere ben presente quando si ha a che fare con i tetti giardino; trattandosi di aree verdi, infatti, è indispensabile curarle e mantenerle adeguatamente. Altrimenti si rischia di andare incontro ad una crescita incontrollata e di intaccare le prestazioni per cui questa tecnica è così positivamente nota.

Condividi questo post


Rimani aggiornato sul Mondo dell'Edilizia!

Iscriviti alla newsletter di CantieriEdili.net e ricevi ogni settimana News e Approfondimenti sul Settore Edile.

X

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di erogazione del servizio e per l'adempimento degli obblighi contrattuali e di legge. Informativa sulla privacy