Edilizia green, il futuro sarà nel segno della bioedilizia

Edilizia green, il futuro sarà nel segno della bioedilizia

L’attenzione attorno al mondo della bioedilizia, ovvero l’ambito dell’edilizia che utilizza per le sue lavorazioni solo materiali naturali oltre a metodi e tecniche di costruzione ecologiche, sta crescendo notevolmente. Questa scelta più green non solo strizza l’occhio all’ambiente, ma nel lungo e nel breve periodo porta notevoli vantaggi anche ai proprietari delle case.

Siete curiosi di scoprire quali?

Materiali per l’edilizia green, quali sono e in cosa si differenziano dagli altri

Costruire con materiali per la bioedilizia vuol dire affidarsi a prodotti che permettono di avere un impatto positivo sull’ambiente e sulla casa. Tra questi, per esempio, troviamo la fibra di legno, la fibra di cocco, il sughero e l’argilla espansa – solo per citarne alcuni – ed ognuno ha una sua particolarità e un ruolo preciso all’interno della struttura.

Per esempio, la fibra di legno, per via della sua alta resistenza termica, è utile come isolante per le pareti esterne; mentre il sughero, molto resistente alle muffe, è spesso impiegato per isolare i pavimenti. Ovviamente si tratta di materiali che, per rispettare la catena ambientale, non solo non sono tossici per l’uomo ma provengono anche da fonti rinnovabili riducendo così eventuali sprechi.

I vantaggi dell’edilizia green

Le aziende che operano nella bioedilizia mostrano moltissima attenzione all’ambiente e per questo seguono scrupolosamente metodi e materiali sempre più ecologici. I vantaggi sono notevoli anche per il proprietario di una casa perché la progettazione ruota proprio attorno al benessere delle persone che devono vivere al suo interno. In quest’ottica, dunque, nella struttura non solo verranno impiegati materiali efficienti e rispettosi dell’ambiente, ma anche in grado di migliorare l’acustica e l’efficienza termica senza inutili sprechi.

Parte fondamentale dell’edilizia green, infatti, è realizzare un ambiente che sia sano e pulito, con un’ottima qualità dell’aria e privo di campi elettromagnetici e dalle minacce dell’umidità. Abbiamo poi parlato di efficienza energetica. In questo caso costruire un immobile che rispetti i principi fondamentali dell’efficienza energetica non solo permette di avere una struttura accogliente e senza sprechi, ma anche di risparmiare notevolmente sulle bollette e ridurre anche le emissioni di Co2 e quelle nocive per l’organismo.

In ultimo, le case realizzate in pieno rispetto dell’ambiente rispondo anche alle norme previste dalla legge in materia antisismica e antincendio. Un bel vantaggio, vero?

Progettare una struttura eco-friendly

Il futuro dell’edilizia sarà green, rispettoso dell’ambiente e delle persone. Ecco allora che il mondo edile sta guardando sempre più in questa direzione, utilizzando materiali bioedili anche per le ristrutturazioni. Ad ogni modo, abbiamo visto i vantaggi della bioedilizia, ma quali sono i principi per progettare una struttura eco-friendly?

Innanzitutto, occorre tenere in grande considerazione le capacità isolanti di una struttura. In fase di progettazione, dunque, bisogna considerare questo aspetto e, al fine di azzerare i consumi energetici, si devono cercare i materiali isolanti migliori in base all’obiettivo che si desidera. Basta, infatti, una buona ideazione degli spazi e dei materiali in questa fase per ridurre non solo gli sprechi ma anche i consumi futuri. Si pensi al riscaldamento, per esempio. Basta scegliere il giusto materiale, in grado di trattenere il calore, e la giusta posizione delle stanze (in modo da catturare la giusta luce e calore)

per rendere l’immobile non solo ecologico ma anche strategico ed efficiente dal punto energico. Solitamente per sfruttare al massimo le potenzialità del riscaldamento si orientano gli spazi abitativi verso sud e si utilizzando materiali isolanti ad alta inerzia per proteggere la casa dal freddo.

Al contrario, nei mesi estivi, per evitare il surriscaldamento degli ambienti si può optare con un’adeguata copertura delle finestre e delle porte, tramite scuri o pergolati. Occorre prestare, poi, grande attenzione ai sistemi di ventilazione perché questi, se ben ideati, sono in grado di rendere l’ambiente salubre e migliorare la qualità dell’aria. Un buon edificio ecosostenibile, infatti, è in grado di garantire un ricambio naturale dell’aria tra l’interno e l’esterno. Ovviamente alla struttura potranno essere aggiunti anche pannelli fotovoltaici o altre soluzioni green per rendere l’immobile ancora più eco-sostenibile.

Si capisce, quindi, quanto è importante una giusta progettazione anche perché ogni scelta influirà sul futuro della casa e sulla salute chi di vi abita. Un investimento sul futuro che nel lungo periodo permetterà di ammortizzare la spesa.

Vuoi trovare facilmente ed in anticipo i cantieri che partiranno all’interno della tua zona?

Scopri Cantieri Edili


    Richiedi una Consulenza Gratuita.

    Compila il form e un consulente dedicato ti contatterà nelle prossime ore.







    Rimani aggiornato sul Mondo dell'Edilizia!

    Iscriviti alla newsletter di CantieriEdili.net e ricevi ogni settimana News e Approfondimenti sul Settore Edile.

    X

    Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di erogazione del servizio e per l'adempimento degli obblighi contrattuali e di legge. Informativa sulla privacy