Ecomondo: a novembre Rimini palcoscenico della green e circular economy

Ecomondo: a novembre Rimini palcoscenico della green e circular economy

Per tre giorni, dal 7 al 10 novembre alla Fiera di Rimini conferenze e workshop sulle principali novità legate all’economia circolare

 

Non è un caso se proprio in Italia si svolgerà la fiera leader a livello europeo per le risorse sostenibili, il riciclo e le nuove tecnologie legate al settore; il nostro Paese infatti è ai primi posti in Europa per quanto riguarda la produzione virtuosa di energie pulite, in particolare dal punto di vista dell’efficienza energetica, del riciclo dei rifiuti e della produttività di risorse.

Rimini diventerà per tre giorni un punto di riferimento a livello internazionale, grazie a questo evento, che sarà il luogo ideale dove poter incontrare tutte le aziende più importanti in questo comparto, conoscere i trend, le innovazioni e le nuove tecnologie, confrontarsi con i professionisti del settore.

Il format innovativo di Ecomondo mette insieme tutti i settori collegati all’economia circolare e lo sviluppo sostenibile, attraverso una serie di iniziative dedicate. L’evento conferma la sua importanza, nel segmento del recupero e riciclo di tutti i materiali; e quest’anno si è deciso di potenziare le sezioni espositive: ci saranno quelle dedicate al ciclo dell’acqua e la qualità dell’aria, quelle relative alle bonifiche, al ciclo completo del rifiuto e imballaggio, rischi e sicurezza compresi. Verrà inoltre sviluppata l’area espositiva dedicata alle istituzioni; in mostra anche tutti i progetti , le politiche, i piani di intervento di comuni, province, regioni ed enti.

 

Un ricco calendario di eventi

Oggi come non mai è importante saper gestire la complessità dell’ambiente che ci circonda, per fare in modo che le nostre attività siano sostenibili; per questo c’è bisogno di continua ricerca, di tecnologie all’avanguardia e di un impegno condiviso che vada in questa direzione. Ecomondo si pone l’obiettivo di diffondere la cultura della sostenibilità verso tutte le realtà industriali, indirizzandole sulla corretta gestione delle energie e delle risorse.
Su questi presupposti prenderanno vita circa duecento convegni, a cui parteciperanno oltre mille relatori, con una serie di conferenze e workshop dedicati al mondo dell’energia circolare. Il calendario, fitto di appuntamenti, è proposto dal Comitato Tecnico Scientifico di Ecomondo, presieduto dal professor Fabio Fava in collaborazione con associazioni, università, istituti di ricerca, istituzioni italiane ed europee.

Rifiuti, materie prime alternative, trattamento acque reflue, bonifiche, bioeconomia, sono solo alcuni dei temi che verranno trattati nelle quattro giornate; a partire dal 7 novembre quando si tratterà l’argomento delicato del rapporto tra ambiente e salute, in un seminario organizzato in collaborazione con l´Università di Brescia e Unesco, nel corso del quale ci si soffermerà sulle tecnologie appropriate per la gestione delle acque e dei rifiuti nei Paesi a risorse limitate.

 

Innovazione in campo idrico

L’acqua la farà da padrona nella giornata di mercoledì 8, nella sezione Global Water Expo che si riconferma dopo il successo dello scorso anno. Verranno esaminate tutte le più importanti tecnologie e innovazioni riguardanti l’industria idrica e in particolare si parlerà degli strumenti del futuro per la gestione di questo bene così importante. “Strumenti digitali nel settore dell´acqua”, in programma proprio mercoledì, è l’evento di punta dove si affronterà il tema delle soluzioni digitali applicabili al settore dell’acqua, comprese quelle dell’industria 4.0, per ottimizzare il settore idrico. Il case study proposto per l’Italia è il bacino del Lago di Garda, dove azione di innovazione europea Intchach, nell’ambito del progetto Horizon 2020, punta a rivoluzionare le modalità di monitoraggio e gestione del bacino.

 

I rischi legati al clima

Novità importante per il 2017 uno spazio dedicato al tema del dissesto idrogeologico e alla prevenzione dei rischi legati al clima, così importante e dibattuto nel nostro Paese ma anche un po’ ovunque nel mondo. Sarà dato spazio a tutti gli approfondimenti sull’argomento, come l’appuntamento dal titolo “Da alluvioni e frane nuove opportunità per il Sistema Italia” (martedì 7 novembre) che si aprirà con una panoramica sulla diffusione del rischio in Italia, a cura di ISPRA.
Sempre a cura di ISPRA, CIC e European Compost Network la XIX Edizione della Conferenza Nazionale sul Compostaggio e Digestione Anaerobica del rifiuto organico, giovedì 9 novembre, con una panoramica sui dati di settore.

Prosegue anche il confronto con le esperienze maturate nelle principali capitali e medie località europee nella gestione dei rifiuti urbani, “Municipal waste management in urban areas: comparing international experiences in the perspective of circular economy”, organizzato da Utilitalia, in programma mercoledì 8 novembre. All´applicazione dei concetti di economia circolare in ambito urbano sarà dedicato l’approfondimento dal titolo “Circular & Smart Cities” (9 novembre).

 

La città del futuro

E le città saranno protagoniste di un intero padiglione a loro dedicato, con il progetto Città Sostenibile. In questo ambiente verranno proposte tutte le più importanti soluzioni che potrebbero essere adottate nelle città del futuro. Per andare nello specifico, sarà offerta la possibilità di interagire e discutere sui nuovi modelli di urbanizzazione, le nuove tecnologie, la mobilità del futuro, l’utilizzo di energie rinnovabili e sui sistemi di accumulo, finalizzati a migliorare la qualità di vita dei cittadini e a favorire lo sviluppo dei territori in chiave sostenibile.
Il tutto con un format rinnovato, ancora più ricco e approfondito; al progetto è dedicato un padiglione intero, dove sarà possibile proporre all’attenzione di importanti autorità pubbliche e private, progetti relativi ai futuri sviluppi delle nostre città.
Quattro le macro aree: Rigenerazione Urbana, Mobilità e trasporto sostenibili, Key Solar (dedicato a fotovoltaico e accumulo) e non da ultimo l’innovazione che deriva dall’Internet of Things e dall’Ict.

Città Sostenibile accoglierà quest’anno anche il nuovo progetto H2R – Mobilità e Trasporto Sostenibili, che porta alla ribalta soluzioni di mobilità eco-compatibili, economicamente sostenibili e socialmente efficaci. L’obiettivo è quello di integrare il settore auto in un più ampio contesto dedicato alla mobilità sostenibile. Nuove automobili a bassissimo impatto ambientale, macchine che si guidano da sole, ma anche sistemi di trasporto pubblico efficienti; infine la la possibilità di testare dal vivo tutte le novità delle Case Partner all’esterno del padiglione, nell’area test drive appositamente creata.

Non mancheranno i convegni nel padiglione dedicato a Città Sostenibile, con due appuntamenti salienti: il convegno Circular & Smart Cities previsto per mercoledì 8 novembre e la conferenza nazionale mobilità e trasporto sostenibili (8 novembre e 9 novembre). Circular & Smart Cities presenterà i diversi aspetti dell’economia circolare applicata in ambito urbano, supportata da moderne tecnologie come Internet of Things e analisi dei Big Data.

Ecomondo si candida come l’evento ideale per chi vuole scoprire tutto ciò che ci riserva il futuro anche nel settore edile, sempre con un occhio di riguardo nei confronti della sostenibilità ambientale, del riciclo e delle buone pratiche per garantire un avvenire migliore a noi e al nostro pianeta.


Richiedi una Consulenza Gratuita.

Compila il form e un consulente dedicato ti contatterà nelle prossime ore.







Rimani aggiornato sul Mondo dell'Edilizia!

Iscriviti alla newsletter di CantieriEdili.net e ricevi ogni settimana News e Approfondimenti sul Settore Edile.

X

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di erogazione del servizio e per l'adempimento degli obblighi contrattuali e di legge. Informativa sulla privacy