Come creare una campagna di Email Marketing efficace per la tua impresa edile in 5 mosse

Come creare una campagna di Email Marketing efficace per la tua impresa edile in 5 mosse

I nostri consigli su come creare email e newsletter perfette per veder aumentare il numero di clienti e far crescere le vendite in edilizia

 

Le email sono ancora un mezzo di comunicazione molto importante per una giusta strategia di marketing: la posta elettronica rimane il canale diretto più utilizzato per inviare quotidianamente messaggi personali, professionali e commerciali. Sono uno strumento ormai entrato nell’uso quotidiano, grazie alla familiarità e la semplicità di utilizzo che lo rendono accessibile a ogni tipo di utente, ma anche per la flessibilità e l’universalità.

Un’email raggiunge qualsiasi tipo di pubblico con maggiore efficacia rispetto ad altri strumenti: milioni e milioni di utenti controllano costantemente le loro caselle di posta su smartphone e tablet in ogni momento e ovunque si trovino, senza perdersi mai un messaggio grazie alle notifiche dei dispositivi mobili. Ecco perché non devi commettere l’errore di giudicare la posta elettronica uno strumento superato, anche dopo l’avvento dei social network e dei servizi di messaggistica istantanea.

I dati confermano che le email sono il canale prevalente nelle comunicazioni di marketing, con oltre il 67% dei business che lo sceglie per distribuire contenuti di grande importanza commerciale. Quindi è necessario sviluppare potenti campagne di Email Marketing per massimizzare l’efficacia comunicativa di questo canale ed evitare di incorrere in pratiche controproducenti per gli interessi aziendali. Come fare? Seguendo le strategie web indicate qua sotto!

 

Il ruolo chiave delle email

Le campagne di Email Marketing sono un alleato irrinunciabile nella promozione online del tuo business, anche quando si tratta di promuovere un’impresa edile. Il ruolo della posta elettronica rimane infatti centrale nella comunicazione web per raggiungere un ampio numero di clienti potenziali. Non solo è un metodo collaudato e noto al pubblico fin dagli albori di Internet, ma continua ad avere una diffusione più larga rispetto a social network e chat: dopotutto questi ultimi rimandano proprio all’indirizzo email per messaggi ed avvisi.

Forse i tuoi clienti potenziali prediligono Facebook a Twitter o non li usano affatto, ma tutti dispongono di un account email. Ancora meglio: i giovani adulti fra i 25 e i 34 anni possiedono indirizzi email multipli, in media due o tre, soprattutto gli utenti che privilegiano la navigazione mobile da cellulare. Come rivelano statistiche recenti, caselle diverse vengono utilizzate per svolgere funzioni diverse, ma sempre con frequenza elevata: il 70% degli utenti controlla lemail quotidianamente per motivi di lavoro o studio e il 47% per motivi di svago o per interessi personali.

Considerato il raggio d’azione della posta elettronica, è facile capire perché sia un ausilio prezioso nell’acquisizione di nuovi clienti e nella fidelizzazione di quelli consolidati. Le Newsletter, con i loro contenuti informativi di stampo editoriale, creano curiosità attorno al business, fanno appello alle necessità degli utenti e incrementano la lead generationcioè i contatti realmente interessati ai tuoi prodotti o servizi. Aggiornamenti, sconti, offerte speciali e coupon inviati per email migliorano la reputazione della tua impresa edile e stimolano i clienti ad affidare nuovamente a te l’esecuzione dei lavori che faranno in futuro.

Se i benefici dell’Email Marketing sono indiscutibili, vanno prese in considerazioni anche le regole e buone prassi da rispettare quando si esegue una campagna email. Le pratiche scorrette espongono i business a gravi rischi e si rivelano dannose per l’immagine aziendale, quindi è importante conoscerle per evitarle.

 

Cosa non fare MAI in una campagna email 

Il rovescio della medaglia della posta elettronica è lo spam. Molti utenti associano le email commerciali all’idea di una casella intasata da messaggi indesiderati. Questo immaginario negativo è il risultato di pratiche errate che molti business hanno portato avanti per anni finché i gestori di posta non hanno iniziato a penalizzarli.
Il problema di fondo è l’approccio sbagliato con il pubblico. Gli invii massicci e indifferenziati colpiscono utenti che non sono interessati al contenuto dei messaggi e che non hanno una relazione definita con il brand. La conseguenza è che le email dell’azienda vengono filtrate, la sottoscrizione alle Newsletter viene cancellata, e gli sforzi investiti nella campagna di Email Marketing sono vanificati completamente.

Per fortuna il mondo del Web Marketing si è evoluto per superare lo spam, accogliendo il concetto di Inbound Marketing. Il principio chiave è il rispetto del cliente: le email vanno inviate solo a utenti che hanno già manifestato il proprio interesse verso l’azienda. In altre parole non si spara nel mucchio, ma si seleziona un database di contatti di valore da inserire nella propria Mailing List. Privilegiare le persone che ti hanno dato il permesso di utilizzare i loro indirizzi di posta elettronica porta risultati migliori rispetto all’acquisizione di liste corpose di email da terze parti.

Anche i contenuti fanno la differenza fra spam e messaggi graditi. Ecco quindi che il rapporto fra testi informativi ed email puramente pubblicitarie deve rimanere spostato a favore dei primi. Un piano editoriale ben strutturato prevede che su 10 email almeno otto abbiano carattere generale di informazione su tendenze e novità, mentre solo due siano palesemente commerciali.

L’obiettivo della campagna è avvicinare i lead e fidelizzare i clienti trattando tematiche su cui hanno espresso un interesse, quindi non conviene rischiare di allontanarli con azioni promozionali troppo invasive.

 

Cosa fare in una campagna DEM

Tenendo a mente le pratiche da evitare, vediamo le tecniche efficaci per elaborare una strategia di Email Marketing di successo, spaziando dalla costruzione della Mailing List alla gestione delle informazioni. Ecco le 5 mosse che ti proponiamo:

  1. Raccogli contatti spontanei

Come appena accennato, ottenere contatti tramite l’acquisto di liste è altamente controproducente: è difficile concludere un affare con una persona che non desidera ricevere comunicazioni dalla tua azienda. Ma come fare a ottenere contatti naturali in modo spontaneo?
Esistono diversi metodi efficaci, come ha sottolineato la testata digitale SEMrush. Il primo è la creazione di un blog aziendale. Attraverso il blogging puoi diffondere notizie rilevanti legate al tuo settore professionale e puoi raccontare la realtà della tua impresa edile per avvicinarla al target di riferimento. Quali lavori hai effettuato? In quale tecnica costruttiva sei esperto? Che tipo di materiali utilizzi? Quali sono le ultime novità nel tuo settore? Che consigli daresti ad un tuo cliente se volesse ristrutturare il suo bagno? Pubblica contenuti web interessanti, utili e interagisci con i lettori per spingerli a iscriversi, così da ottenerne i contatti senza forzature.

Puoi anche seguire la strada dei contenuti scaricabili gratuitamente. Offri sulle tue pagine web materiale di approfondimento, come ebook e brochure, richiedendo agli utenti di fornire i loro indirizzi email per completare il download. La ricompensa dei contenuti scaricabili li incentiverà a comunicarti i loro dati volontariamente.

Infine un ultimo passo è un form di iscrizione alla Newsletter integrato in ogni pagina del sito web aziendale. In questo modo i clienti effettivamente interessati ai servizi e ai prodotti che proponi sono stimolati a iscriversi per scoprire maggiori informazioni.

  1. Ottimizza i messaggi per i dispositivi mobili

Per raggiungere il massimo numero di clienti potenziali devi considerare i dispositivi su cui consultano la posta elettronica. Ormai la maggior parte della navigazione web avviene tramite smartphone e tablet, quindi anche le campagne di Email Marketing vanno adeguate di conseguenza.
I messaggi devono essere ottimizzati affinché gli utenti siano in grado di leggerli anche sullo schermo del cellulare. Assicurarsi quindi che l’impaginazione, il carattere e la grafica siano compatibili con i dispositivi mobili e vengano visualizzati senza errori. Altrimenti gli utenti non li leggeranno: il 63% dei consumatori cestina immediatamente le email illeggibili sullo smartphone.

Anche le forme di acquisizione dei contatti vanno adattate alla navigazione mobile. Form e moduli di iscrizione presenti su blog e siti web devono essere compilabili in modo agile e veloce anche da cellulare e tablet per non perdere potenziali iscritti.

  1. Crea contenuti utili e personalizzati, non solo promozionali

La prima impressione ha una grande influenza nel rapporto futuro con i nuovi clienti. Per questo, oltre ad apparire elegante e leggibile, la prima email dovrebbe essere anche discreta. Non inviare subito messaggi di vendita, ma inizia con contenuti realmente utili per la vita quotidiana degli utenti target.
Elabora testi che rispondano alle necessità comuni del tuo pubblico e che ne conquistino la fiducia. Personalizza il messaggio in base ai dati di cui disponi sui clienti, come genere, area geografica e preferenze di navigazione, per realizzare contenuti mirati che migliorino la loro esperienza sul web. In questo modo li porti a scegliere la tua azienda invece della concorrenza, guidandoli verso l’acquisto in modo naturale.

  1. Cogli lattimo

Pianifica attentamente la frequenza e il tempismo con cui inviare le email. Non esagerare con il numero di messaggi inviati in brevi periodi di tempo per non risultare indesiderato ai riceventi. Adegua l’entità delle comunicazioni al ciclo di vendita aiutandoti con indicatori importanti per la tua azienda, ad esempio automatizzando i messaggi post-vendita e inviando promemoria per i carrelli abbandonati.
Inoltre studia attentamente lorario e il giorno migliori per gli invii in base al successo dei messaggi precedenti e ai picchi di traffico su sito web e social. Continua a fare test ed esperimenti finché non identifichi i momenti migliori per ottenere il massimo numero di click.

  1. Dai una seconda possibilità

Da ultimo, è fondamentale dare agli utenti la possibilità di modificare le opzioni di sottoscrizione alla Newsletter in modo veloce e in accordo con le normative. Gli iscritti gradiscono la possibilità di cambiare la frequenza di ricezione delle email, e questo influenza positivamente il rapporto con l’azienda. Meglio permettere di ridurre il numero di comunicazioni piuttosto che spingere il cliente a cestinare le email o a etichettarle come spam.

Adottare questi accorgimenti assicura un maggiore tasso di apertura delle email, il quale poi si riflette nellincremento delle conversioni. Allo stesso tempo non danneggi la reputazione del brand con azioni di spam, anzi la rafforzi. Per la tua impresa edile può essere molto importante utilizzare questo strumento: se vuoi mettere subito in pratica questi consigli, o affidarti a degli esperti in questo settore chiama lo 0577 1516860 per dare vita alla tua campagna di Direct Email Marketing.


Richiedi una Consulenza Gratuita.

Compila il form e un consulente dedicato ti contatterà nelle prossime ore.







Rimani aggiornato sul Mondo dell'Edilizia!

Iscriviti alla newsletter di CantieriEdili.net e ricevi ogni settimana News e Approfondimenti sul Settore Edile.

X

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di erogazione del servizio e per l'adempimento degli obblighi contrattuali e di legge. Informativa sulla privacy