Case smart, le tecnologie domotiche per il comfort indoor

Case smart, le tecnologie domotiche per il comfort indoor

Riscaldare l’abitazione, illuminare le stanze, programmare l’accensione e lo spegnimento degli elettrodomestici, aprire e chiudere le finestre, tutto con un semplice click, anche da remoto.

Queste sono solo alcune delle funzionalità rese disponibili dall’utilizzo della tecnologia per il comfort indoor.

Da alcuni anni ormai, la domotica, ossia l’applicazione dell’informatica e dell’elettronica alla gestione della casa, è un’esigenza sempre più diffusa.

La domotica al servizio dell’abitazione

Lo sviluppo della ha comportato un profondo cambiamento nel modo di abitare e di concepire lo spazio abitativo: in caso di acquisto o ristrutturazione di una casa si tende infatti ad optare per soluzioni in grado di renderla connessa e capace di interagire con i dati dello smartphone e con le persone stesse.

Non solo, alcune di queste tecnologie, quelle più all’avanguardia, possono contare su metodi di apprendimento automatico che permettono di imparare abitudini e interagire con gli utenti e con l’ambiente esterno.

Questo permette alle persone di approcciarsi a nuovi stili di vita, più green e maggiormente sostenibili.

Ad esempio, alcune tipologie di finestre sono capaci di ventilare regolarmente la casa in base ad orari, abitudini e livello di inquinamento domestico. E ancora, schermature solari in grado di aprirsi e chiudersi a seconda dell’intensità della luce e caldaie in grado di impostare il riscaldamento in base alle condizioni climatiche esterne.

Tutto questo permette di sfruttare al massimo le potenzialità dell’energia e godere di un notevole risparmio anche in termini economici.

Sistemi domotici

I sistemi domotici permettono di gestire varie funzioni della casa, dall’illuminazione al riscaldamento, per migliorare il comfort abitativo.

Esistono diverse tipologie di tecnologie domotiche, ma la maggior parte permette una realizzazione personalizzata e su misura dell’impianto in base alle esigenze abitative e della struttura.

Solitamente il sistema può essere comandato tramite un’app dedicata in grado di controllare praticamente tutto tramite smartphone, compresa la sicurezza dell’abitazione. Non solo sicurezza nei confronti delle intrusioni, ma anche sicurezza degli stessi impianti impiegati per rendere la casa più efficiente. Ad esempio, monitorando eventuali fughe di gas o perdite di acqua.

Vediamo alcune delle principali applicazioni della tecnologia domotica per rendere più efficiente la nostra abitazione e aumentarne il comfort indoor.

 Serramenti automatici per una casa illuminata e ventilata in modo efficiente

Grazie all’impiego della domotica, le case “smart” possono controllare l’apertura e la chiusura di finestre, tapparelle e tende tramite un’interfaccia composta da sensori regolabili tramite telefono anche da remoto.

Luce quando è buio, ventilazione quando è necessario.

I sensori controllano la temperatura, l’umidità e la concentrazione di anidride carbonica all’interno della casa e attivano la chiusura e l’apertura delle finestre per migliorare le condizioni climatiche interne; la stessa cosa accade anche per tende e tapparelle per il controllo della luce e del calore.

Nella maggior parte dei casi, questi serramenti sono controllati tramite un’applicazione accessibile in qualsiasi momento o luogo.

I sensori coinvolti non si basano solo sul controllo a distanza tramite mobile, perché grazie alla connessione, sono anche in grado di auto regolarsi in tempo reale basandosi sui dati delle condizioni meteo.

Così è la tecnologia stessa, anche senza bisogno del nostro comando, che attiva determinate funzioni quando lo ritiene necessario.

Se la luce del sole è troppo diretta e intensa, come accade in estate, il sensore si attiva e abbassa automaticamente la tenda; viceversa in inverno, il dispositivo si disattiva da solo per consentire di godere il più a lungo possibile della luce solare.

La stessa cosa accade in situazioni metereologiche più avverse per le quali sia necessaria una protezione da vento o pioggia.

Sistemi automatici per il controllo della qualità dell’aria

La qualità dell’aria è un elemento fondamentale per la salute dell’uomo e lo è ancora di più quando si parla di ambienti chiusi.

Anche in questo caso l’utilizzo della tecnologia domotica può venirci in aiuto attraverso sistemi automatici capaci di controllare in modo automatico temperatura, umidità e qualità dell’aria per renderla più salubre e pulita.

Nelle grandi città, ad esempio, dove non sempre è possibile regolare naturalmente la qualità dell’aria, è possibile impiegare sistemi di aspirazione che monitorino e migliorino in automatico il suo livello di qualità.

Questi sistemi possono ridurre la presenza di agenti inquinanti, cattivi odori ed eccessi di vapori all’interno di ambienti chiusi e poco ventilati.

Per il monitoraggio dell’inquinamento, esistono sensori in grado di percepire fino a 24 diverse fondi di contaminazione tra cui campi elettromagnetici, gas radon, fumo di incendi, polveri sottili e molto altro.

In caso di necessità il dispositivo invierà una notifica sullo smartphone per avvisare l’utente del problema riscontrato.

Come nel caso dei serramenti, i sensori sono attivi in ogni momento della giornata misurando costantemente la qualità dell’aria, la sua temperatura e la sua umidità. Se necessario, il dispositivo si avvierà automaticamente impostando il programma di riciclo, evitando di dover aprire le finestre e disperdere calore.


Richiedi una Consulenza Gratuita.

Compila il form e un consulente dedicato ti contatterà nelle prossime ore.







Rimani aggiornato sul Mondo dell'Edilizia!

Iscriviti alla newsletter di CantieriEdili.net e ricevi ogni settimana News e Approfondimenti sul Settore Edile.

X

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità di erogazione del servizio e per l'adempimento degli obblighi contrattuali e di legge. Informativa sulla privacy